RepRap: sistema di calibrazione piatto di stampa.

In questo articolo descrivo un metodo per calibrare il piatto di stampa rispetto all’estrusore; ovviamente per fare ciò bisogna abbassare o alzare il piatto nei punti desiderati. Generalmente il piatto di stampa è collegato alla slitta tramite 4 viti con nel mezzo delle molle che dovrebbero mantenere stabile il tutto.

Ovviamente ciò non avviene perché le molle sono soggette ad oscillazioni che aumentano con l’aumentare della distanza piatto-slitta.

Per ovviare a questo problema mi è stato suggerito d’implementarne un sistema più rigido, dato che non avrei potuto utilizzare quello tradizionale sulla mia MendelMax a causa dei pesi e delle inerzie.

Questo si basa su due viti per ogni angolo: una collocata tra la slitta ed il supporto del piatto che serve a regolare l’alzata, mentre la seconda serve a bloccare il tutto:

Cosa ci serve per costruirlo?

  • La slitta
  • Due asticelle di legno 220x20x30 mm (meglio evitare truciolare o simili)
  • N.8 bossole da legno con testa 6×10 per viti M4
  • N.8 viti a testa piana M4 da 10 mm (o 15)
Sia le bossole che le viti a testa piane le trovate nelle ferramenta specializzate in articoli per il legno.
Dobbiamo asportare due angoli dalle aste di legno in modo da formare una specie di T che ha una base larga quanto la lunghezza della slitta:

L’altezza del blocchetto da asportare deve essere sufficiente affinché la struttura possa scorrere sopra le barre filettate trasversali della struttura della stampante.

Ora procediamo col creare 8 fori da 4 mm sulla slitta, due per angolo; io ho tenuto una distanza di 10 mm dal bordo e di 15 mm tra un foro e l’altro:

e riportiamo i fori sulle due asticelle, ma questa volta con un foro da 5,5 mm. Ultimati i fori li svasiamo; bisogna ricordarsi di svasare di più i fori esterni, perché oltre ad ospitare le bossole, fanno da sede anche alla testa della vite di regolazione.

Ora collochiamo le bossole nei fori e avvitiamo le 4 viti nelle sedi angolari:

Mettiamo la slitta sopra ai supporti ed avvitiamo le restanti viti:

Ora la nostra slitta è pronta. Per alzare o abbassare il piatto basta avvitare o svitare le viti angolari per poi bloccare il tutto con quelle interne.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>