Far girare Cura su Linux

Uno dei migliori programmi per lo slicing attualmente disponibili (oltre a Slic3r ovviamente) è certamente Cura, realizzato e supportato dalla Ultimaker. Il software è multipiattaforma ed è facilmente installabile sia su Linux, Windows e Mac.

Purtroppo sebbene ci sia il pacchetto .deb per le distro Debian base, al primo avvio della versione 13.06.4 la 3D preview non funzionava e a schermo mi risultava questo:

Schermata CuraIl problema è da ricercarsi nella mancanza delle librerie Java, o sulle versione obsoleta che il vostro sistema ha installato. Per ovviare basta dare questi semplici comandi da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:webupd8team/java

sudo add-apt-repository ppa:webupd8team/java

sudo apt-get install oracle-java7-installer

Purtroppo i problemi non finiscono qui, perché sebbene la 3D preview inizi a funzionare, il tasto per il salvataggio del G-Code non funziona; questo è un bug di questa versione di Cura, ma con quella appena uscita ieri, la 13.06.5tutto funziona perfettamente.

Ringrazio per l’aiuto Tim Beckett.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: -1 (from 1 vote)

Wiild e wiildos

Di seguito trovate il video della conferenza su Wiild e WildOs; per chi non lo sapesse è un sistema per avere una lavagna multimediale (LIM) a basso costo, che non ha nulla da invidiare a quelle commerciali di fascia media e con un parco software per la didattica all’avanguardia!

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/10 (6 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: -1 (from 1 vote)

RepRap: costruire un bullone tirafilo

Una delle componenti fondamentali per le nostre stampanti è il bullone “zigrinato”, che agganciando il filo va ad alimentare l’hotend; in commercio ce ne sono già di buoni ad un prezzo competitivo, ma potreste trovarvi nella situazione, come la mia, di fare qualche personalizzazione. Ovviamente per fare un buon ingranaggio servirebbe un tornio dotato di fresa e qualche buona punta, ma vediamo come possiamo farne uno in casa perfettamente funzionante. Ho preso molti suggerimenti dalla wiki di reprap.

Cosa ci serve:

-trapano a colonna

-dremel con dischi da taglio e fresa conica

-una lima a cilindro

-una struttura di lavoro (spiego meglio dopo)

-il bullone

Iniziamo col prendere il bullone e montarlo completo di big gear e relative rondelle nel nostro estrusore

Estrusore con bulloneInfiliamo il filo e con un pennarello segniamo a lato del filo:

Segnare il bulloneAll’interno della fascia delimitata dal pennarello andremo a scavare un solco con l’aiuto del trapano a colonna e della lima:

Lavorazione bulloneAdesso andiamo dal nostro amico con la stampante 3D e facciamoci stampare questo progetto: http://www.thingiverse.com/thing:25062

Nel caso usiate il flessibile del dremel, ho modificato la struttura e la potete scaricare da qui: https://dl.dropboxusercontent.com/u/46026962/sito/The_little_bolt_hobbit.zip

Dobbiamo fare dei tagli lungo il fusto dell bullone in corrispondenza del solco precedentemente realizzato; consiglio di sfruttare i denti dell’ingranaggio in modo da ottenere dei tagli equidistanziati:

Lavorazione al dremelUltimati i tagli, ripassiamo tra un dente e l’altro con una punta conica in modo da rendere più tagliente il bordo.

Punta conicaEd ecco il risultato:

Ingranaggio finale

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)